Presto e bene: sfida impossibile? Lean Thinking e QMS

Presto e bene: sfida impossibile? Lean Thinking e QMS

Rispondere in modo efficace alle esigenze dei clienti è da sempre un aspetto fondamentale del successo di un’azienda; mai come ora però, in un mercato globalizzato, in cui le nuove tecnologie permettono di velocizzare i processi di produzione e la fornitura dei servizi, diventa importante la tempistica con la quale si creano i benefici da dare al cliente: ciò significa che l’azienda deve agire e organizzarsi per essere sempre più efficiente.

In questo contesto, il lean thinking può venire in aiuto, per “snellire” i processi e rendere più reattiva l’azienda stessa.
Individuare in cosa consista il valore aggiunto richiesto dal cliente è alla base di questa filosofia. Questo elemento deve rimanere sempre in primo piano, perché è necessario per determinare gli sprechi, ovvero tutte le attività che non lo creano.

Il valore aggiunto deve essere tale prima di tutto per il cliente, e può esserlo anche solo in modo indiretto per l’azienda. Capita spesso che si perda di vista il fatto che ciò che risulta vantaggioso o importante all’interno di un’organizzazione possa non esserlo per i suoi clienti, e prima o poi queste errate o mancate valutazioni causeranno dei problemi.

Uno degli obbiettivi del lean thinking è quello di ottenere un miglioramento continuo, proprio mediante l’eliminazione degli sprechi, e attraverso la collaborazione di tutti, clienti compresi.

Metodologia Lean - Certificazione TDP

 

Una volta ottenuti i miglioramenti nei processi aziendali, è auspicabile che questi si mantengano nel tempo. Il modo migliore per ottenere questo risultato è definire e rispettare degli standard operativi.

Un sistema di gestione della qualità (QMS) può rappresentare in tal senso uno strumento vincente, adatto a definire obiettivi misurabili, e a monitorare le prestazioni dei processi attraverso indicatori appropriati. Tale sistema non risulta essere in contrapposizione con la gestione lean che un’azienda vuole adottare, ma può integrarla, fornendo l’evidenza formale dei miglioramenti conseguiti.

Sono questi i motivi per i quali le persone in TDP hanno intrapreso un percorso di formazione sui metodi Kaizen, e stanno adottando la filosofia lean, mantenendo fede in ogni caso ai principi della Politica della Qualità, in base alla certificazione ISO 9001:2008 conseguita, e a quella ISO 9001:2015 che TDP si appresta a conseguire in questi giorni.